l’itinerario degli scambi

Sto per finire Le Vie dei Canti e questo mi spaventa. Ho solo un altro libro con me, anch’esso regalato. Vivo in parte di narrativa, e trovarmi in un Paese con una lingua che non sento mia non mi permette di leggere e comprendere e mi fa stare un po’ male.

Ecco per ora alcuni dei passaggi più belli del libro di Chatwin:

1- [Preservare] la libertà di restare poveri, o, come diceva Arkady con più tatto, lo spazio in cui poter essere poveri, se poveri volevano essere.

2- “Questo commercio” disse “non era il commercio che conoscete voi europei. Non era il mestiere di comprare e vendere per profitto! Il nostro popolo barattava sempre alla pari”.

3- Oggi più che mai, disse, gli uomini dovevano imparare a vivere senza gli oggetti. Gli oggetti riempivano gli uomini di timore: più oggetti possedevano, più avevano da temere. Gli oggetti avevano la specialità di impiantarsi nell’anima, per poi dire all’anima che cosa fare.

4- Aveva ventidue anni. Era ingenuo, intollerante, e il fascino del suo sorriso era irresistibile. Se qualcuno lo definiva ‘angelico’ sapeva diventare perfido.

5- In quel popolo apparentemente passivo, che stava seduto a guardare e ad aspettare manipolando il senso di colpa dell’uomo bianco, c’era un potere terrificante.

L’Australopiteko sopravvive e preferisce la 3, la 1, la 4, la 5 e per ultima la 2, che non è una novità. E gli piace mettere in corsivo alcune parti. Domani alla ricerca di un posto di, un posto dove, un posto per.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: